logo di Valentina Delise

Difendersi o Arrendersi

Difendersi o arrendersi questa è una domanda che dovresti porti.

Fin da piccolo probabilmente  ti hanno insegnato a difenderti, ma è realmente giusto in tutte le occasioni?

Per esempio quando hai una discussione come ti poni rispetto al tuo interlocutore?

Se ti dicessi che la miglior “arma” è  proprio arrendersi?
Quando una persona si difende sta dando troppa importanza alle parole dall’altro in questo modo dai solo più forza alle loro opinioni.

Cosa accade se decidi di non difenderti?

Innanzitutto dimostri prima a te stesso e poi agli altri  che le loro opinioni non ti influenzano e che non difendendoti ascolti ciò che l’altro ha da dirti.
Avere una  apertura al dialogo e accettare le critiche dell’altro è una delle cose più difficili,

ma

quando riesci a farlo interiormente nasce un silenzio interiore e questo movimento ti rende sereno nell’ ascolto e spesso aiuta l’altro ad abbassare i toni.

Il non parlare è un arte 

e va sviluppata interiormente. Piano piano ti accorgerai  dell’arte di parlare senza parlare e la tua vera natura uscirà fuori lasciando andare la maschera “artificiale ” che ti sei costruito/a nel tempo.

In termini olistici inizi a dare spazio al chakra del cuore, ascolterai non solo con le orecchie ma con un’apertura verso tutti i tuoi sensi, Il cuore diventa il tuo strumento per ascoltare.

Rispettare la vita degli altri e tutto ciò che esiste nel mondo è il movimento più grande che puoi offrire al tuo Pianeta, per trasformarlo nuovamente in un luogo di pace e amore.

Ti consiglio di Iniziare oggi ad osservarti, dal modo in cui giudichi un tuo amico, un tuo genitore,  un politico, un tuo datore di lavoro etc. Quali benefici acquisisci se non sprecare la tua energia in qualcosa che non porta frutti?!

Inizia a non manipolare, forzare, e controllare gli altri, diventa tu stesso il tuo maestro e lascia che gli altri siano ciò che sono o ciò che hanno la capacità di essere.

Se trovi difficoltà a comprendere o accettare quello che ho scritto vuol dire semplicemente che hai un nodo da sciogliere. Le Costellazioni Familiari servono anche a questo, a guardare in maniera più ampia un tuo nodo o un tuo problema che non riesci a risolvere.

Non sai cosa sono le Costellazioni Familiari?Vieni a trovarmi sul mio sito, nella sezione focus troverai la spiegazione di cosa sono e sulla sezione eventi troverai i prossimi incontri.

Carpe Diem,
Valentina Delise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *