Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede tale coraggio, una sfida che non annoia mai
(Oriana Fallaci)

Parliamo della forza delle donne e delle opportunità che la vita ci offre per trasformarci.

Ognuno di noi, nella nostra vita, ha delle possibilità di superare dei conflitti o delle situazioni, ricordati la nostra forza si nasconde dietro la nostra più grande debolezza.
Vi racconto una storia che mi riguarda da vicino, la mia storia rispetto a quello che era il mio modo di essere e di approcciare alla vita e alla mia femminilità.
Ad un certo punto della mia vita soffrivo enormemente, avevo un compagno con un carattere molto forte, il suo modo di comunicare era giudicando e aggredendo verbalmente, ogni volta mi sentivo come la piccola fiammiferaia che non riusciva ad uscire fuori da una situazione che non le piaceva affatto, inorridivo, mi paralizzavo ma non andavo via da quella situazione, era come se qualcosa mi bloccasse.

Perchè?

In questa sofferenza mi sono fermata, mi accorsi di essere preda di un personaggio che non avevo mai considerato, ero una VITTIMA.
Analizzandomi mi resi conto di una frase che mi ripetevo spesso ” come mai capita sempre tutto a me ” per esempio un lavoro stressante e per nulla appagante, uomini per lo più rabbiosi e aggressivi, amiche che ritenevo tali e poi tutto ad un tratto si allontanavano per un motivo o un altro, tradimento e abbandono erano la cornice della mia vita.

Come sono riuscita ad accorgermene?

Andai a fare la mia Costellazione Familiare e dopo qualche giorno, per la prima volta, mi giunse una domanda differente, avevo appena eliminato il ” perché gli altri fanno” con ” qual’è la mia responsabilità in questa situazione?”

Da quel giorno è completamente cambiata la mia vita.

Ho iniziato a prendermi la piena responsabilità di tutto quello che mi accadeva.

Avendo Toccato il fondo e contemporaneamente avendo domandato all’universo di aiutarmi, mi sono “magicamente” arrivate nella mia strada, le Costellazioni Familiari.
Ho iniziato a lavorare sui miei traumi, che non sapevo fossero la causa di quello che ero diventata e sono riuscita a liberarmi da questa etichetta.
Non è stato facile, non intendo essere facilona.
È stato un passaggio intenso ma dopo essere riuscita a guardare ciò che mi faceva stare male, senza esitazione ho finalmente provato la sensazione di leggerezza e libertà.
Oggi, il giorno in cui si festeggia la Donna, un giorno in cui bisogna brindare alla femminilità, alla forza e al coraggio di ognuna di noi.
Oggi guardiamo il nostro valore e osserviamo anche la bellezza dell’altro sesso, l’uomo come parte integrante della nostra vita, ricordatevi Donne siamo due volti della stessa medaglia.
Grazie anche agli uomini che ho incontrato nella mia strada io sono una Donna migliore.
Questo articolo lo dedico a lui, al mio grande amore Piero.
Con affetto,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *